Articoli

Il riconoscimento facciale sarà presto diffuso negli aeroporti

La biometria si sta gradualmente facendo strada negli aeroporti e promette di ridurre i tempi di attesa. Gli Stati Uniti, pionieri in questo processo, mirano a diffonderlo in tutti gli aeroporti entro 10 anni.

Più fluidità, meno attese

L’attesa in lunghe code è uno dei momenti più frustranti per i viaggiatori negli aeroporti. Che si tratti di controlli d’identità alle frontiere, di check-in, di imbarco o di accesso a determinate lounge, l’attesa degrada l’esperienza del passeggero. Gli aeroporti stanno quindi iniziando una transizione verso tecnologie più veloci e senza contatto, volte a minimizzare le code e a ridurre i tempi di attesa complessivi, offrendo così un’esperienza di viaggio più sicura ed efficiente.

Già sperimentata in alcuni aeroporti, la tecnologia migliora l’efficienza dei controlli d’identità e li velocizza. E questo processo biometrico è già stato adottato dalla stragrande maggioranza dei viaggiatori: l’88% di coloro che lo hanno testato si sono dichiarati soddisfatti.

I controlli d’identità possono essere effettuati in pochi secondi scansionando un documento d’identità e scattando una foto del viso per verificare l’identità del viaggiatore. Una volta che l’identità è stata formalmente collegata ai dati biometrici dell’utente, l’identificazione è più rapida e semplice. In alcuni aeroporti del Paese, come quello di Los Angeles, queste soluzioni consentono ai passeggeri di imbarcarsi più rapidamente. Tutto ciò che i passeggeri devono fare è presentarsi ai cancelli automatici, che rilevano il loro volto e permettono loro di accedere all’aereo, senza nemmeno dover mostrare la carta d’imbarco! Imbarco più veloce, sicuro e autonomo, per migliorare l’esperienza in aeroporto.

Una paura per i dati privati?

Tuttavia, nonostante tutti i vantaggi, i passeggeri nutrono legittime preoccupazioni sull’uso, la sicurezza e la riservatezza dei dati, in particolare quando sono di natura biometrica. I timori per la perdita di dati a causa di violazioni della sicurezza e per l’accesso ai dati personali e alle caratteristiche biometriche richiedono misure di protezione massime, continuamente migliorate per proteggere le informazioni sensibili.

È fondamentale rendere gli utenti consapevoli del funzionamento e dell’importanza di queste nuove tecnologie, garantendo al contempo la protezione delle informazioni personali e la riservatezza dei dati, in conformità alla legislazione locale e globale.

Con l’accettazione di questi nuovi sistemi, il mondo aeroportuale ha l’opportunità di migliorare l’intera esperienza di viaggio, portando a un maggiore comfort e sicurezza. Tempi di attesa interminabili e complessi processi di verifica dell’identità potrebbero presto appartenere al passato. Tuttavia, è importante rimanere vigili sulla protezione dei dati personali, assicurando che queste nuove tecnologie vadano a beneficio di tutti i viaggiatori senza violare la loro privacy o i loro diritti civili.

Autore dell'articolo
Adrien

Adrien

Digital marketing manager | Facendo parte del team Marketing di Netheos, utilizzo questo blog per condividere con voi tutte le ultime novità dell'azienda.
Condividi questo articolo
Interview

Pierre Pontier, Directeur Général de Namirial France

Libri bianchi
Newsletter


Infografiche